Fistole utero-vescicali

Fistole utero-vescicali sono una comunicazione anomala tra l’utero e la vescica causate, o dopo un taglio cesareo, dopo un parto traumatico o dopo un intervento chirurgico come avviene nella maggior parte dei casi.

Fistole utero-vescicali – Cause

Nella maggioranza dei casi le cause delle fistole utero-vescicali sono iatrogene, cioè delle complicanze post-chirurgiche la cui risoluzione andrebbe lasciata nelle mani di un chirurgo uro-ginecologo “esperto” per evitare ulteriori inconvenienti o recidive.

Le fistole utero-vescicali si manifestano successivamente ad interventi quali l’isterectomia, la chirurgia ricostruttiva per il prolasso vescicale o dell’utero, la chirurgia pelvica benigna o oncologica così come in pazienti sottoposte a radioterapia.

Fistole utero-vescicali – Sintomi

Il sintomo principale delle fistole utero-vescicali è quello dell’amenorrea (mancanza di mestruazioni) o della comparsa di sangue attraverso la vescica (menuria) in assenza di infezioni urinarie.

Fistole utero-vescicali – Diagnosi

L’incontinenza urinaria dalla vagina dopo 1-2 settimane da un intervento pelvico può far nascere il sospetto della presenza di fistole utero-vescicali. Soprattutto se tale sintomo si presenta in modo piuttosto continuo.

Alcuni tipi di fistole utero-vescicali possono essere occulte e per evidenziarle sono necessari particolari indagini con mezzo di contrasto. Altrimenti una visita uroginecologica e la cistoscopia sono sufficienti per fare diagnosi, ma tale referto dovrebbe essere sempre correlato da una Cistografia minzionale, da una Urografia, da una Uro-Tac oppure da una Risonanza Magnetica , fondamentali per valutare la grandezza e l’esatta localizzazione delle fistole utero-vescicali e per decidere la migliore strategia chirurgica.

Fistole utero-vescicali – Chirurgia

Le fistole utero-vescicali possono essere riparate con un approccio trans-vaginale o attraverso la chirurgia laparoscopica e/o robotica, una opzione di assoluta avanguardia con una riduzione di rischi operatori e di recidiva della fistola stessa.

Dopo l’intervento viene lasciato il catetere a permanenza e rimosso dopo circa 12 giorni dall’intervento ottenendo infine una guarigione totale dalle fistole utero-vescicali.

Mauro Cervigni - MioDottore.it

Richiedi un appuntamento

Il Prof. Mauro Cervigni esegue visite ambulatoriali e interventi chirurgici di ginecologia e urologia.

    Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy

    Pagine correlate