Prolasso perineo  o Sindrome perineo discendente

Prolasso perineo: il perineo femminile è quella regione anatomica che si trova all’estremità del bacino osseo e dell’addome e comprende il clitoride le labbra della vagina e l’ano sotto cui esistono una serie di muscoli che hanno una funzione importante quale quella di contenimento delle urine e delle feci o di rilasciamento durante la minzione, la defecazione o i rapporti sessuali. Al di sotto di questi muscoli si intersecano i muscoli profondi dell’elevatore dell’ano che sostengono il pavimento pelvico ed i visceri in esso contenuti (vescica, utero, retto).

Il prolasso perineo è più frequente nella donna e si evidenzia come un rilasciamento che può riguardare la parte anteriore e/o posteriore o un prolasso genitale completo. Va sempre ricordato che raramente il difetto posteriore è isolato e va messo sempre in relazione con eventuali concomitanti problemi di statica pelvica che possono essere funzionali (defecazione ostruita, incontinenza fecale, incontinenza urinaria, dispareunia) e/o anatomici (difetto anteriore, centrale, posteriore/perineale, esiti cicatriziali da lacerazione da parto, prolasso di cupola).

Prolasso perineo – Cause e Diagnosi

La stipsi cronica, le feci dure, le spinte ripetute e prolungate durante la defecazione, la pregressa chirurgia o i numerosi parti possono essere tutti la causa del prolasso perineo.

La sindrome del perineo discendente si valuta sia mediante un esame fisico: attraverso una semplice contrazione del perineo e/o delle manovre combinate da eseguire durante una visita pelvica, sia attraverso indagini di imaging: quali l’ecografia tridimensionale o la defecografia o ancor meglio la defeco-RM. L’eccessivo prolasso del perineo può determinare a lungo termine una neuropatia del nervo pudendo che insieme possono essere causa dell’insorgenza dell’incontinenza fecale, la quale rappresenta spesso un importante aggravamento della sindrome della defecazione ostruita.

In questo caso si sovrappongono ai problemi anatomici quelli funzionali, con peggioramento del quadro clinico.

Prolasso perineo – Trattamenti

Il trattamento riabilitativo del prolasso perineo gioca un ruolo chiave soprattutto nelle fasi meno avanzate, ed è finalizzato a rinforzare i muscoli indeboliti o danneggiati e ad insegnare al paziente la corretta coordinazione motoria necessaria alla defecazione e alla minzione.

Quando si ha un prolasso perineo associato al prolasso degli altri comparti anatomici anteriori, centrali o posteriori, è necessaria la correzione chirurgica che può essere praticata attraverso la via trans-vaginale, trans-anale o meglio ancora, attraverso la chirurgia robotica o laparoscopica.

Mauro Cervigni - MioDottore.it

Richiedi un appuntamento

Il Prof. Mauro Cervigni esegue visite ambulatoriali e interventi chirurgici di ginecologia e urologia.

    Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy

    Pagine correlate